mercoledì 18 maggio 2011

Art focus #3: Vik Muniz, who?

AGGIORNAMENTO: il film è stato candidato al festival Cinemambiente click qui!! nella mia città! Sono felicissima se vi ho aiutato a scoprire una cosa nuova, merita veramente la visione!
Vik Muniz © Vik Muniz


Non sono mai stata una grande fan dell'arte moderna, probabilmente perché non l'ho mai capita granché. Diciamo che l'arte "classica" mi ha sempre attratta di più. Amo le forme e i colori di grandi Artisti come Velasquez, Vermeer, Giorgione. Tuttavia, da un po' di tempo a questa parte, ho iniziato ad avvicinarmi un po' di più all'arte moderna e a tipi di espressioni artistiche diverse dal solito.
Sono rimasta molto colpita da un artista brasiliano che ora vive e lavora a New York, Vik Muniz. Ho visto il film "Waste Land" nel quale Muniz ha coinvolto alcuni raccoglitori di rifiuti riciclabili presso la discarica Jardim Gramacho in Rio de Janeiro. Durante il film ogni protagonista racconta la propria storia e le vicissitudini che l'hanno portato a lavorare nella discarica. Colpisce immediatamente la grande dignità di queste persone che, nonostante il lavoro umilissimo che svolgono, sono comunque orgogliose di fare un lavoro onesto in un ambiente dove la criminalità e la prostituzione sono all'ordine del giorno. 

Vik Muniz presso Jardim Gramacho con Magna, una delle raccoglitrici © Vik Muniz

 Il progetto di Muniz è stato assolutamente geniale. Ha fotografato alcune di queste persone e, proiettando queste fotografie su una grande superficie, le ha fatte loro ricoprire con rifiuti riciclabili, seguendo le ombre e le forme della fotografia. Il risultato è stato sorprendente. 

Vik Muniz e Thiao, uno dei raccoglitori osservano i progressi della rivisitazione di Marat
© Vik Muniz

Il ritratto di Irma, un'altra raccoglitrice, visto dall'alto © Vik Muniz

Vik Muniz osserva dall'alto il ritratto di Magna, raccoglitrice anch'essa, confrontandolo con la fotografia
© Vik Muniz

Il ritratto di Magna. The gipsy Magna - Pictures of Garbage © Vik Muniz

Successivamente queste opere sono state esposte e messe all'aste e i raccoglitori sono stati aiutati ad intraprendere un nuovo percorso. Ho trovato emozionante e commovente il fatto che l'Arte abbia potuto aiutare concretamente queste persone. Veramente un progetto unico, geniale e allo stesso tempo importante.  

Particolare dell'opera che ritrae Irma © Vik Muniz

Tutte le fotografie sono protette dal copyright di Vik Muniz click qui! per accedere al suo sito e saperne di più.
Per conoscere il progetto Waste Land e saperne di più sulla storia dei protagonisti visitate il sito!

9 commenti:

  1. Anch'io come te disdegno abbastanza l'arte moderna...forse proprio perché nemmeno io riesco a capirne la bellezza, il senso o l'ispirazione dietro alle opere. Ricordo la mia visita alla Tate Modern come traumatica!Questo fotografo devo dire che è molto originale. In generale le opere create con materiale riciclato mi hanno sempre attratto.Bel post come sempre ;)

    RispondiElimina
  2. @Greta: Penso che noi due abbiamo gusti molto simili sai? :) Questo film mi ha colpito tantissimo sia per le opere che per l'umanità con cui sono state trattate queste persone. Una cosa veramente emozionante perché si sentivano davvero parte di qualcosa. Comunque sto cercando di "aprirmi" un po' anche a questo mondo! :) E grazie del bel complimento!@It-Blogirls: thank you so much, dear!

    RispondiElimina
  3. this is great stuff. thanks for sharing.

    RispondiElimina
  4. ciao,io mi sono riconciliata di recente con l'arte . Non conoscevo questo autore , ma il tuo post è bellissimo e mi invoglia a documentarmi.anche a me piace quell'abbinamento pantalone nero e camicia bianca , scontato ...ma mai banale .di quello che ho postato mi piace moltissimo anche la maglia nera , con lo scollo così particolare abbinata a quella gonna .ave

    RispondiElimina
  5. Simply amazing, what a great talent!!! I just love this post! Great blog, I am now following! Maybe you'll have time to visit my blog:)Kisses,Annabelle,http://vivaluxury.blogspot.com

    RispondiElimina
  6. @The white cabbage: :) ne sono felice! Io lo trovo bravissimo. Tra l'altro ieri sera ho visto un servizio al tg in cui dicevano che è stato candidato per Cinemambiente nella mia città! Sono felicissima!Hai ragione, anche il secondo outift che hai detto è bellissimo! Mi piace quando la moda è fine e delicata e, soprattutto, minimal!Un abbraccio!@Annabelle Fleur: thank you so much for visiting! I'm so happy you liked the post! I aswered you in your blog! xR.

    RispondiElimina